Narrativa ragazzi

  • Divergent
    Divergent Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i…
  • Mille splendidi soli
    Mille splendidi soli A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l’arrivo del…
  • Harry Potter e i doni della morte
    Harry Potter e i doni della morte "Mi apro alla chiusura": è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questo ultimo, settimo libro. E la saga stessa, giunta alla sua…
  • La porta della libertà
    La porta della libertà Può una rete dividere il mondo in due? Da un lato la guerra, dall'altro la pace. Di qua miseria, dolore e paura, di là un sogno e la libertà. In…

Ultimi arrivi

  • Il giardino dell' anima
    Il giardino dell' anima Domenica 15 Gennaio la Pro Loco Marciana, nell' ambito delle attività di promozione culturale della Biblioteca Comunale gestita dai soci volontari della stessa, presenterà il libro " Il giardino dell'…
  • Football Club Ilva
    Football Club Ilva La Pro Loco Marciana presenta giovedi 10 novembre alle ore 19.30, presso la Biblioteca comunale di San Marzano di San Giuseppe (TA), il nuovo romanzo di Fulvio Colucci “Ilva Footbal…
  • L'ultima estate dell'Europa
    L'ultima estate dell'Europa Per la maggior parte degli europei, la primavera del 1914 - al culmine della Belle Epoque - fu una stagione meravigliosa, spensierata e piena di speranze. Dietro le quinte, tuttavia,…
  • Il caso degli Italo-albanesi del Madison-Wisconsin 1892-1943
    Il caso degli Italo-albanesi del Madison-Wisconsin 1892-1943 Dall'arrivo degli esuli albanesi a Solunto, a fine Quattrocento, alla partenza degli emigranti per gli Stati Uniti, a inizi Novecento; dai Fasci siciliani all'Italian Workmen's Club; dal dottor Nicolò Barbato…
  • Il gioco di Ripper
    Il gioco di Ripper Per Amanda e i suoi amici Ripper era solo un gioco. Ma quando San Francisco è scossa da una serie di misteriosi omicidi, Amanda sembra l’unica in grado di risolvere…
  • Il nostro Sic
    Il nostro Sic C’era una volta, tra la spiaggia con gli ombrelloni e la campagna dove si può imparare a guidare il trattore, un’officina piena di attrezzi e un pugno di bambini a…

I pesci non chiudono gli occhi

Vota questo articolo
(1 Vota)

Capita, a chi ha il piacere di non incontrare infortuni o malattie, di guardarsi indietro, realizzando di possedere ricordi di cinquant’anni prima. Non dieci, non venti, non trenta primavere, ma mezzo secolo: insomma, un giubileo. Da questo spunto, il bisogno di confrontarsi con un passato lontano, nasce I pesci non chiudono gli occhi, ultimo libro di Erri De Luca, edito da Feltrinelli.

Lo scrittore napoletano, superata la soglia dei sessant'anni, sforna un romanzo ambientato in una fase della vita che, per sua stessa ammissione, finora non lo aveva mai particolarmente ispirato a scrivere. Come in Tu, mio siamo su un’isola (Ischia), ma questa volta il protagonista è un ragazzino di dieci anni. Dieci anni: la prima volta che l’età di una persona si scrive con due cifre, l’età in cui si iniziano a prendere le misure dell’esistenza.

È estate e il ragazzino, distante da una città chiusa come Napoli dove un bambino è costretto a essere un adulto in miniatura, passa le proprie giornate dividendosi tra la pesca, la lettura e la spiaggia. E proprio sulla spiaggia incontra una (quasi) coetanea che viene dal Nord, amante dei romanzi gialli e degli animali. Sarà lei a fargli comprendere, per la prima volta, che l’amore non è una semplice parola astratta. Sarà per lei che si procurerà lo strappo, la ferita (anche fisica) che lo porterà inevitabilmente a uscire dal proprio corpo infantile.

I pesci non chiudono gli occhi affronta con dolcezza e malinconia il tema della memoria, riuscendo allo stesso tempo a sposare i tumulti del romanzo di formazione. Scritto con stile asciutto, sempre un po’ in bilico tra la prosa e la poesia, ha infine un ulteriore pregio: nell’era dei libri formato King-Kong, De Luca riesce, come suo solito, a dire tutto (niente di più, niente di meno) in sole 112 pagine. Chapeau.

Da Settembre è già presente in Biblio Rete. Corri a prenotarlo o chiama il 3291156778 o iscriviti inviando la prenotazione all' indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 5426 volte