Med Festival

Info Arbereshe

  • Pubblicazione minoranze linguistiche
    Il prossimo 19 Novembre 2014, la Provincia di Foggia, quella di Taranto e l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina invitano…
  • Canto popolare: Lule
    LULE Kinjia nji luleMbrenda nji krasht mbjeler;me nate mbrambet e venjia potisnjia:nji dite u ngriti nji ere e çiati lule…
  • Presentazione Dizionario Arbereshe
    Presentazione del dizionario del prof. Gallo La Pro loco Marciana il 30 luglio presenta le importanti opere realizzate dal prof.…
  • Usanze e costumi Arbereshe
    La Proloco Marciana si è sempre prodigata nel recupero delle tradizioni, nella promozione e nella salvaguardia del patrimonio culturale del…
  • Quando la scuola cambia
    Il maestro Carmine De Padova, a cui San Marzano diede i natali nel lontano 1928, una volta laureatosi in pedagogia,…

Alla Madonna delle Grazie

Vota questo articolo
(1 Vota)

Zëmëra jote ishtë shtëpia jone.

Kush vin këtu vin të të luti

si një bir se ka ti ka fiëri.

Kush këtu vin me lote

mbra dore te tua

ngë ka më trëmbësi.

---

Ti je Bekuamia Mrrekulive

ti spie Krishtëni ndë gj,

ti je sprënza te gjithëve

pë ne gjella jone je ti.

Ti se rrin ndë giell,

ti se poshtë këmba ke hënën,

ti se pë ne je një diell

ti pë gjithë ne je Mëma.

---

Ti se bore Birëni  ndë Kriq

ki sitë te tua lart nde ne

se ka ti kimi etje.

Mos në lerë,

bashkë me ti

ngë  ndihmi vet.

---

Ndie zëuni  ka ki katund

Ndie ne  nga herë

kur të lutë  pë  një sëmundie,

kur të lutë pë një bir

se  ndë  shtëpi  ngë pjerr.

---

Ti je Bekuamia Mrrekulive

ti spie Krishtëni ndë gj,

ti je sprënza te gjithëve

pë ne gjella jone je ti.

Ti se rrin ndë giell,

ti se poshtë këmba ke hënën,

ti se pë ne je një diell

ti pë gjithë ne je Mëma.

 

Traduzione in Italiano:

Il tuo cuore  è la nostra casa.

Chi viene qui viene per pregarti

come un figlio che di te ha bisogno.

Chi qui viene con le lacrime

nelle  tue  mani  ( o braccia)

non ha più paura.

 

Tu sei la Madonna delle Grazie,

tu porti il Cristo nel tuo Seno

tu sei la speranza di tutti

per noi la vita nostra sei tu.

Tu che siedi nel Cielo

Tu che sotto i piedi hai la luna

Tu che per noi sei un sole

Tu per tutti noi sei la Mamma

 

Tu che perdesti il Figlio sulla Croce

abbi  gli occhi  tuoi sopra di noi

che di te abbiamo sete.

Non ci lasciare

insieme a te

non ci sentiamo soli.

 

Ascolta la voce di questo paese,

ascoltala ogni volta

quando ti prega per una malattia

quando ti prega per un figlio

che a casa non ritorna

 

Tu sei la Madonna delle Grazie,

tu porti il Cristo nel tuo Seno

tu sei la speranza di tutti

per noi la vita nostra sei tu.

Tu che siedi nel Cielo

Tu che sotto i piedi hai la luna

Tu che per noi sei un sole

Tu per tutti noi sei la Mamma

Si ringrazia per la pubblicazione e traduzione della poesia il dott. Gregorio Talò.

Letto 1457 volte