Eventi in Puglia
Cantine San Marzano

Premio leggere lib(e)ri

Decreto trasparenza - anno 2018

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo scorso  gennaio, tramite una circolare del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, è stato precisato come adempiere  agli obblighi di trasparenza previsti dalla legge 124/2017. La circolare dell’11 gennaio 2019 “Legge 4 agosto 2017, n.124 – articolo 1, commi 125-129 fornisce le indicazioni su come ogni ente del Terzo Settore deve effettuare determinate comunicazioni in caso di ricezione di risorse pubbliche. I componenti del terzo settore coinvolti (associazioni, fondazioni, onlus…) sono soggetti  obbligati entro il 28 febbraio di ogni anno, nei propri siti o portali digitali, a pubblicare le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere ricevuti dalle medesime pubbliche amministrazioni e dai medesimi soggetti nell’anno precedente. La non osservazione di tale obbligo comporta la restituzione delle somme ai soggetti eroganti entro tre mesi dalla data di cui al periodo precedente. L’obbligo è vigente e riguarda le somme ricevute dal 2018.

Quindi gli enti di terzo settore diversi dalle imprese sono tenuti a pubblicare su internet la notizia delle somme ricevute entro il 28/2/2019 mentre le imprese (tra cui le cooperative sociali) dovranno inserire la notizia nella nota integrativa al bilancio 2018, pena la richiesta di restituzione di quanto accordato dalla PA.

La pubblicazione deve avvenire sul proprio sito internet e se non se ne dispone, può essere utilizzata una pagina Facebook o di altro portale telematico. Se non se ne dispone la notizia può essere pubblicata su un portale della rete associativa cui si aderisce. A fare fede deve essere il principio di cassa per cui non è rilevante l’anno di deliberazione del contributo o corrispettivo da parte dell’ente pubblico, ma quello in cui effettivamente l’ente percepisce la somma.

Per ciò che riguarda gli importi, vanno pubblicati tutti i benefici effettivamente ricevuti di importo superiore ai 10 mila euro. Esso va inteso in senso cumulativo, per cui ad esempio un’associazione che abbia ricevuto un contributo da 5 mila euro ed un altro da 6 mila euro, è tenuta alla pubblicazione.

Anche la Pro Loco Marciana ha ricevuto dei contributi pubblici, legati allo svolgimento di determinate manifestazioni e progettualità inerenti le sue attività istituzionali. Qui di seguito i dati concernenti i contributi ricevuti entro il 28/2/2019 e le causali per esse:

Contributi pubblici del Consiglio Regione Puglia (500 €) per evento culturale e promozionale nel territorio regionale “Med Festival”  (incassato il 7.2.2019 tramite bonifico)

Contributi pubblici del Amm.ne comunale (1.500 €) per evento culturale e promozionale nel territorio comunale “Med Festival” (incassato il 24.8.2018 tramite bonifico)

Contributi pubblici del Amm.ne comunale (1.500 €) per evento culturale e promozionale nel territorio comunale “Med Festival” (incassato il 22.11.2018 tramite bonifico)

Contributi pubblici del Amm.ne comunale  (500 €) per evento culturale di minoranza linguistica Arbereshe “vej Kurore” acconto  (incassato il 24.5.2018 tramite bonifico)

Contributi pubblici del Amm.ne comunale  (500 €) per evento culturale di minoranza linguistica Arbereshe “vej Kurore” acconto  (incassato il 22.11.2018 tramite bonifico)

Contributi pubblici della Regione Puglia Legge regionale 5/2012 saldo 2017 (1.496,50 €) per evento culturale di minoranza linguistica Arbereshe progettualità 2017 (incassato in data 3/4/2018 con bonifico)

Contributi pubblici statali – cinque per mille – sostegno alle attività di volontariato da parte dello Stato in base alle preferenze del 2016. (792,47 €) (incassato il 16.8.2018 tramite bonifico)

Contributi pubblici statali – due per mille – sostegno alle attività culturali e associative da parte dello Stato in base alle preferenze del 2015. (8.601,50 €) (incassato il 19.10.2018 tramite bonifico)

Letto 746 volte