Narrativa ragazzi

  • Divergent
    Divergent Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i…
  • Mille splendidi soli
    Mille splendidi soli A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l’arrivo del…
  • Harry Potter e i doni della morte
    Harry Potter e i doni della morte "Mi apro alla chiusura": è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questo ultimo, settimo libro. E la saga stessa, giunta alla sua…
  • La porta della libertà
    La porta della libertà Può una rete dividere il mondo in due? Da un lato la guerra, dall'altro la pace. Di qua miseria, dolore e paura, di là un sogno e la libertà. In…

Ultimi arrivi

  • Il giardino dell' anima
    Il giardino dell' anima Domenica 15 Gennaio la Pro Loco Marciana, nell' ambito delle attività di promozione culturale della Biblioteca Comunale gestita dai soci volontari della stessa, presenterà il libro " Il giardino dell'…
  • Football Club Ilva
    Football Club Ilva La Pro Loco Marciana presenta giovedi 10 novembre alle ore 19.30, presso la Biblioteca comunale di San Marzano di San Giuseppe (TA), il nuovo romanzo di Fulvio Colucci “Ilva Footbal…
  • L'ultima estate dell'Europa
    L'ultima estate dell'Europa Per la maggior parte degli europei, la primavera del 1914 - al culmine della Belle Epoque - fu una stagione meravigliosa, spensierata e piena di speranze. Dietro le quinte, tuttavia,…
  • Il caso degli Italo-albanesi del Madison-Wisconsin 1892-1943
    Il caso degli Italo-albanesi del Madison-Wisconsin 1892-1943 Dall'arrivo degli esuli albanesi a Solunto, a fine Quattrocento, alla partenza degli emigranti per gli Stati Uniti, a inizi Novecento; dai Fasci siciliani all'Italian Workmen's Club; dal dottor Nicolò Barbato…
  • Il gioco di Ripper
    Il gioco di Ripper Per Amanda e i suoi amici Ripper era solo un gioco. Ma quando San Francisco è scossa da una serie di misteriosi omicidi, Amanda sembra l’unica in grado di risolvere…
  • Il nostro Sic
    Il nostro Sic C’era una volta, tra la spiaggia con gli ombrelloni e la campagna dove si può imparare a guidare il trattore, un’officina piena di attrezzi e un pugno di bambini a…

La Biblioteca Comunale

Vota questo articolo
(2 Voti)

L' idea della costituzione di una Biblioteca Comunale presso il piccolo comune di San Marzano di S. G.  ha iniziato  a prendere forma concretamente soltanto nella seconda metà degli anni 90,  quando il caro e compianto dott. Biagio Monopoli, allora consigliere comunale, uomo di grande cultura, sempre attento alle esigenze di recupero e salvaguardia del patrimonio storico-culturale della nostra comunità, con particolare attenzione al patrimonio arbereshe, decise di incentivare e realizzare una biblioteca pubblica, partendo da un discreto numero iniziale di volumi.

La convinzione del dott. Monopoli era quella di recuperare e salvaguardare il patrimonio culturale del paese attraverso un programma di attività di ricerca e confronto tra generazioni all' interno della minoranza linguistica, per favorire l' approfondimento scientifico e la trasmissione culturale. Sua era l' ipotesi del progetto di un Centro culturale con annessi una Biblioteca ed un Museo di civiltà contadina da realizzarsi nei locali dell' ex Municipio. Il Centro doveva configurarsi come un luogo di aggregazione, di ricerca e di documentazione. Finalità della biblioteca era l' urgenza della raccolta e sistemazione organica del materiale pubblicato su argomenti di storia locale, usi e tradizioni di San Marzano e della sua tradizione linguistica, ed anche altri temi importanti ai paesi dell’area locale jonica e degli altri paesi albanofoni: si sarebbe configurata come una  "biblioteca specialistica" utile soprattutto, oltre che a tutta la comunità, soprattutto agli studenti universitari e agli studiosi esterni. Sempre all' interno del Centro culturale si sarebbe dovuto adibire un Museo della civiltà contadina per offrire al territorio ed ai visitatori una mostra permanente dei costumi, arredi, attrezzi da lavoro e d' uso quotidiano della civiltà contadina raccogliendo, catalogando ed esponendo tutto il materiale antico.

A quasi vent' anni dal progetto iniziale, la Pro Loco Marciana, apre le porte della Biblioteca Comunale e lo fa puntando proprio nella direzione del suo progenitore, ovvero la specializzazione della biblioteca con pubblicazioni arbereshe, non tralasciando una particolare cura e attenzione alla cultura giovanile, inserendo una importante sezione di volumi per fanciulli e ragazzi. La biblioteca inoltre è dotata di un area multimediale dove i ragazzi possono effettuare studi e ricerche.
Il lavoro di arricchimento culturale è appena iniziato: non basta aprire una Biblioteca, ma i volontari che la gestiscono avranno bisogno della collaborazione di tutti, per continuare a migliorare il servizio e la sua dotazione. Per questo sarà importante postare suggerimenti su eventuali volumi da acquistare, mostre da allestire,  iniziative da organizzare. Per eventuali suggerimenti o osservazioni, puoi inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , specificando il titolo di un libro o di una rivista o qualsiasi altra iniziativa rivolta alle attività della biblioteca.

Letto 4068 volte